“Per rabbia e per amore”, al Real Museo Mineralogico di Napoli la presentazione del libro del giornalista Raffaele Sardo

Data:

Napoli. Sarà presentato, mercoledì 8 maggio alle ore 11,00 nella sede del Real Museo Mineralogico (in via Mezzocannone, 8),  il libro di Raffaele Sardo, “Per rabbia e per amore. Le impronte dei passi di don Peppe Diana”. All’iniziativa, moderata da Massimo Franco, dell’Università Federico II di Napoli, dopo i saluti di Piergiulio Cappelletti, (Direttore del centro Musei delle scienze) e di Vittorio Amato (Direttore Dipartimento Scienze Politiche Università di Napoli Federico II), interverranno in qualità di relatori don Tonino Palmese, (Presidente Fondazione Pol.Is), Renato Raffaele Amoroso, Elena Cuomo, Francesco Dandolo, Michele Mosca, docenti del Dipartimento di Scienze Politiche della Federico II

«Il 19 marzo 1994, il giorno in cui fu ucciso don Peppino Diana a Casal di Principe – scrive l’autore nell’introduzione del libro –  è diventata una data simbolo. Quell’omicidio avvenuto in una parrocchia, dove è stata profanata la sacralità del luogo e dove è stata messa in discussione anche l’autorità ecclesiale, ha sancito uno spartiacque tra il prima e il dopo. Di don Peppino si tentò poi di uccidere anche la memoria attraverso le calunnie che cercarono per anni di attribuire la morte ad altre cause invece che al suo limpido impegno sociale e cristiano contro la camorra».

«Le mafie non sono sconfitte – scrive don Luigi Ciotti, il presidente di Libera, nella prefazione del libro – ma neppure è sconfitta la speranza. Di seme in seme, l’impegno si allarga e si rafforza, a costituire quell’argine fragile eppure indispensabile affinché le persone e le società non debbano mai rassegnarsi all’idea di una convivenza necessaria con l’ingiustizia e la legge del più forte. Questo libro non è un racconto di morte, ma di vita. Non è un volume da leggere per passare il tempo, ma ci impone di non lasciar passare altro tempo senza che noi stessi raccogliamo il testimone di queste vite e di questo impegno, per rabbia e per amore. Se posso permettermi, soprattutto Amore».

Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Redazione
Redazione
L'Informazione a portata di click!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Condividi su:

Subscribe

spot_img

Popolari

Ti potrebbe piacere anche
Correlati

Sportello CAD, a Sant’Antimo apre lo sportello famiglia con ascolto solidale

Circa 350 persone in campo in queste amministrative 2024,...

Gettata dal cavalcavia dal compagno, così finisce la vita di Giada Zanola

Aveva 34 anni ed inizialmente è stata accusata di...

Nuovo Rinascimento a Casoria a partire dalla cultura, ne parliamo con l’assessore Vincenzo Russo

Sport, progetti culturali e giovanili. Negli ultimi due anni...

Calenda in ‘Azione’ per un’Europa che diventa grande potenza

Una lista costituita da tecnici competenti nelle materie in...