Oncologia, XXVII Congresso nazionale di primari oncologi

Data:

Si terrà a La Spezia, dal 18 al 20 maggio, il XXVII Congresso Nazionale  del CIPOMO, il Collegio Italiano dei Primari Oncologi Medici Ospedalieri dal titolo: L’Oncologia tra i successi di oggi e i traguardi di domani

La kermesse ligure – presieduta da Carlo Aschele, Direttore Dipartimento Oncologico ASL 5 Liguria (La Spezia),  Monica Giordano, Direttore SC Oncologia, Ospedale Sant’Anna (Como) e Luigi Cavanna, attuale Presidente CIPOMO – si propone di mettere a fuoco l’imponente innovazione in corso in oncologia, la disponibilità di nuovi farmaci e strumenti di trattamento ad alto contenuto tecnologico e lo sviluppo di nuove relazioni di cura, aperte all’oncologia di prossimità e centrate sulla valorizzazione del lato umano.

L’evoluzione dell’oncologia ha portato a non considerare più i tumori come malattie generalmente incurabili e spesso da nascondere, ma come paradigma di innovazione nelle cure e sviluppo di nuovi modelli assistenziali, sia dal punto di vista organizzativo sia dal punto di vista delle relazioni medico-pazienteQuesti cambiamenti impongono un rinnovamento nella visione della professionalità e delle competenze specifiche dell’oncologo medico (e del Primario di Oncologia, in particolare). La sfida del Congresso Nazionale del 2023 è quindi raccogliere questi spunti per costruire insieme l’oncologia di domani.

Saranno illustrate e discusse quindi le novità “team-practice changing” da inserire immediatamente e prioritariamente nella routine clinica delle strutture sanitarie per le principali neoplasie, le nuove frontiere dell’oncologia molecolare e le prospettive di ulteriore implementazione e di riconoscimento istituzionale dell’approccio multidisciplinare al paziente oncologico.

Una sessione sarà specificamente dedicata a questi temi:

  • ricadute organizzative dei risultati ottenuti attraverso l’innovazione terapeutica
  • integrazione tra ospedale e territorio con il coinvolgimento di decisori politico-istituzionali e rappresentanti degli ordini professionali e delle associazioni dei pazienti.
  • opportunità di collaborazione con l’oncologia universitaria e gli IRCCS
  • migliorare la tempestività diagnostica in oncologia e le tempistiche di accesso ai nuovi farmaci, entrambi aspetti cruciali per non perdere parte delle opportunità offerte dalle nuove possibilità di trattamento.
Pina Stendardo
Pina Stendardo
Giornalista attenta ai fermenti quotidiani, raccontati con umanità. Convinta che scrivere sia un atto d’amore e responsabilità, ama divulgare il bello dell’Arte e del sociale, proponendo una narrazione alternativa sullo spaccato culturale.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Condividi su:

Subscribe

spot_img

Popolari

Ti potrebbe piacere anche
Correlati

Gettata dal cavalcavia dal compagno, così finisce la vita di Giada Zanola

Aveva 34 anni ed inizialmente è stata accusata di...

Nuovo Rinascimento a Casoria a partire dalla cultura, ne parliamo con l’assessore Vincenzo Russo

Sport, progetti culturali e giovanili. Negli ultimi due anni...

Calenda in ‘Azione’ per un’Europa che diventa grande potenza

Una lista costituita da tecnici competenti nelle materie in...

Riforma Magistratura approvata, ora giustizia più celere

Il Consiglio dei Ministri ha approvato in soli 20...