Addio a Lorenza Cingoli, storica autrice de ‘L’albero azzurro’ e de ‘La Melevisione’

Data:

Lutto a Viale Mazzini per la morte dell’autrice Lorenza Cingoli, autrice storica dei programmi tv per bambini e ragazzi.

Con la sua penna ha scritto pagine divertenti ed educative che hanno dato vita a personaggi, storie e colori de ‘L’albero azzurro’ prima, e de ‘La Melevisione’ poi.

Aveva 58 anni Lorenza e si è spenta ieri. A renderlo noto è stata la stessa azienda radiotelevisiva per cui ha lavorato per anni: “Rai Kids e tutta la comunità della tv per ragazzi italiana piange la scomparsa di Lorenza Cingoli, autrice brillante, persona vivace e compagna di lavoro di grande professionalità, ricordandone l’entusiasmo e la dedizione alla scrittura di racconti, libri e programmi dedicati ai più piccoli”.

Milanese di adozione, pur essendo nata ad Ancona, è stata anche sceneggiatrice di film come il cartoon “Johan Padan a la descoverta de le Americhe” insieme a Dario Fo, o come il lungometraggio “Berni e il giovane faraone”, ambientato nelle sale del Museo Egizio di Torino, insieme a Martina Forti.

Ha lavorato alla scrittura di libri e serie tv per ragazzi, tenendo sempre il centro del suo interesse sulle nuove leve generazionali italiane, da educare con interesse, senza fargli dimenticare la bellezza della dimensione della fiaba e del sogno.

Così dalla sua penna è nato Dodò, personaggio ultra trentennale della Rai, riferito ad un target di bimbi dai 4 ai 7 anni. Insieme a Ruggero e Zarina, l’uccello Dodò si cimenta in giochi, ricette e dibattiti con i suoi amici.

Anche il Fantabosco della Melevisione, fin dagli anni Novanta, ha raccontato in tv fiabe da vedere e da amare, grazie ai suoi protagonisti incantati.

Lorenza, che aveva scritto romanzi quali “Le più belle storie dell’Antica Roma” (Gribaudo), “Il segreto di Lucina” (Einaudi Ragazzi), “Raffaello e lo scorpione lucente”, e il più recente “Le più belle storie dell’Iliade” (sempre Gribaudo), era figlia d’arte. Suo padre, Giulio Cingoli, aveva ideato per la Rai i famosi Carosello, ovvero le pubblicità animate per bambini, nella prima televisione dei nostri genitori.

L’autrice che aveva inventato anche il coniglio della Junior Tv, stava lavorando alla sede Rai di Torino alla scrittura del programma “Calzino”, che purtroppo non vedrà mai sul piccolo schermo. 

Pina Stendardo
Pina Stendardo
Giornalista attenta ai fermenti quotidiani, raccontati con umanità. Convinta che scrivere sia un atto d’amore e responsabilità, ama divulgare il bello dell’Arte e del sociale, proponendo una narrazione alternativa sullo spaccato culturale.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Condividi su:

Subscribe

spot_img

Popolari

Ti potrebbe piacere anche
Correlati

Violenza su minori, bimbo di 5 anni percosso e frustato con cavi di bicicletta elettrica

Se non fosse stato per la scuola non sarebbe...

Museo City, 109 occasioni per dedicarsi all’Arte a Milano

Ottava edizione dedicata all’arte. Milano riprende l’appuntamento annuale con...

Sì al restauro di Villa Borghese, ma con investimenti privati

C’era una volta il mecenatismo a Roma e sta...

Rapporto Antigone, cresce il numero di presenze negli Ipm: gli effetti del Decreto Caivano

È il settimo rapporto di Antigone, dedicato alla giustizia...